download (1)

TUNISIA, LIBERATI CINQUE DEI DIECI RAGAZZI ARRESTATI. CADUTA L’ACCUSA DI “SODOMIA”

Comunicato Congiunto Dopo quasi due settimane in carcere, e dopo non aver potuto vedere per giorni il proprio legale, il caso dei ragazzi arrestati a Tunisi per “sodomia” è ora finalmente a una svolta. Dopo un’irruzione senza mandato della polizia, otto ragazzi e due ragazze erano stati fermati con varie accuse pretestuose, tra le quali […]

CONTINUA A LEGGERE
download

Sotto attacco i diritti LGBTI delle persone in Tunisia: si leva anche la voce italiana

Comunicato stampa Dieci persone, tra cui anche alcuni giovani sotto i 20 anni, sono state arrestate giovedì scorso a Tunisi sulla base dell’articolo 230 del codice penale tunisino, che condanna la “sodomia” con una pena fino a tre anni di carcere . Tra gli arrestati, ci sono anche tre ragazzi che erano già stati condannati […]

CONTINUA A LEGGERE

RADICALI / ROHUANI: I DIRITTI UMANI NON SONO IN VENDITA #DITELOAROHUANI.

Comunicato Stampa dell’Associazione Radicale Certi Diritti Roma, 26 gennaio 2016 Era il marzo del 2008 quando nasceva la nostra associazione, pochi mesi dopo l’impiccagione in Iran del ventunenne Makwan Moloudzadeh. In molti si erano mobilitati per fermare la mano del boia verso quel ragazzo accusato di sodomia all’età di 13 anni e condannato a morte […]

CONTINUA A LEGGERE
cover

Certi Diritti sottoscrive l’appello di MovingRights4Iran ‪#‎DiteloaRouhani‬

CONTINUA A LEGGERE
gay-pride-gerusalemme011-1000x600

Sergio Rovasio su Il Garantista: “La violenza del fanatismo fondamentalista in Israele contro la tolleranza e la libertà”

Pubblichiamo l’articolo di Sergio Rovasio, cofondatore dell’Associazione Radicale Certi Diritti, apparso il 7 agosto sulle pagine de Il Garantista. Le prime foto drammatiche di quanto stava avvenendo giovedì scorso per le strade di Gerusalemme durante il locale gay pride, le ha postate Sharon Nizza su Facebook, militante radicale e libertaria che insieme ad Angelo Pezzana, […]

CONTINUA A LEGGERE
6934872-usa-flag-wallpaper

Il matrimonio egualitario è realtà in tutti i 50 stati americani. Certi Diritti: Italia torni a far parte dell’occidente democratico e civile

“L’America ci ha regalato un’altra grande lezione dando corpo al principio fondatore di quella nazione: we are all created equal, siamo creati tutti uguali”. Così il commento a caldo di Yuri Guaiana, segretario dell’Associazione Radicale Certi Diritti, alla notizia della sentenza della Suprema Corte americana che ha esteso a tutto il territorio degli Stati uniti […]

CONTINUA A LEGGERE
797

(Micromega, Maria Mantello) Uguali diritti per le famiglie gay. Lo chiede il Parlamento europeo.

Nessuna disparità per le famiglie gay. È l’importante risoluzione approvata dal Parlamento europeo  il 9 giugno 2015 contro le discriminazioni per nazionalità, condizioni economiche, convinzioni personali, nonché pregiudizi sessisti e di orientamento sessuale, con cui ancora oggi si escludono le persone Lgbt dal diritto al pubblico riconoscimento del loro legittimo desiderio di essere famiglia. Ma, […]

CONTINUA A LEGGERE
europa_-_politica_-_la_sede_del_parlamento_europeo_a_strasburgo_imagefull

Parità di Genere. Certi Diritti: l’Italia torni ad essere europea

Con 341 voti a favore, 281 contro (gli unici del gruppo S&D a votare contro la risoluzione sono stati due eurodeputati del Pd: Damiano Zoffoli e Luigi Morgano) e 81 astensioni, il Parlamento di Strasburgo ha dato il suo ‘sì’ al rapporto, preparato da Maria Noichl (S&D, DE), sulla parità di genere che raccomanda lo […]

CONTINUA A LEGGERE
A Yes supporter shows of her campaign badge in central Dublin in Ireland

Irlanda. Un altro Paese cattolico approva il matrimonio egualitario. E l’Italia?

“Il primo paese al mondo ad approvare il matrimonio egualitario attraverso un voto popolare è stato un paese cattolico. Allo stesso tempo l’Italia fa ancora fatica ad approvare una legge sulle unioni civili”, nota Yuri Guaiana, segretario dell’Associazione Radicale Certi Diritti. “Speriamo che ora la si smetta con la solfa che i cattolici sarebbero contro […]

CONTINUA A LEGGERE
76b5c25073124a08a2c66163f45089ed_18

Omofobia. Gay italiano perseguitato in Ungheria, le associazioni LGBTI “il Governo intervenga”

Andrea Giuliano è un ragazzo italiano gay che vive a Budapest e da un anno è perseguitato dai gruppi neo nazisti ungheresi. Ha ricevuto diverse minacce, intimidazioni, ha subito raid di squadracce che sono andate sotto casa sua e sul posto di lavoro. Vive, dopo aver manifestato al Pride di Budapest impugnando una bandiera che […]

CONTINUA A LEGGERE
Change this in Theme Options
Change this in Theme Options