Lavoro sessuale

Nuova petizione al Senato per chiedere misure concrete e seguito indagine conoscitiva su sex work

La petizione, che può essere sottoscritta su partecipa.certidiritti.org, chiede la ripresa dell’indagine conoscitiva avviata dalla Commissione Affari Costituzionali del Senato. Coinvolgere i lavoratori e le lavoratrici del sesso affinché i parlamentari possano avere un quadro più fedele della condizione dei lavoratori del sesso anche alla luce dell’emergenza sanitaria. “A poche ore dalla pubblicazione in Gazzetta…

Europa

Pubblicati i risultati del sondaggio europeo LGBTI. Subito una strategia italiana ed europea

Sono stati pubblicati oggi alla vigilia del 17 maggio, giornata internazionale contro l’omotransfobia, i risultati del sondaggio europeo condotto dall’Agenzia per i diritti fondamentale (FRA) su come le persone LGBTI europee percepiscono la condizione dei loro diritti umani. I risultati sosterranno la strategia per l’uguaglianza delle persone LGBTI della Commissione europea prevista per quest’anno. “Torna…

Transnazionale

Città e regioni italiane possono fare il loro contro le delibere antigay dei Comuni polacchi

Dall’inizio dell’anno sono oltre 100 le città e i voivodati polacchi ad aver approvato dei provvedimenti contro la cosiddetta “ideologia LGBTI”. Una corsa delle amministrazioni di estrema destra all’adozione di atti manifestamente discriminatori che sanciscono “zone libere” da gay, lesbiche, bisessuali, trans e intersex. Associazione Radicale Certi Diritti e Il Grande Colibrì partecipano, insieme ad…

Diritto di Famiglia

10 anni dalla sentenza 138 del 2010: ragionare sui fatti.

Dieci anni fa, in questi giorni, festeggiavamo una decisione della Corte costituzionale che ha dello storico: si tratta della sentenza numero 138, assunta il 14 aprile e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale il 21 dello stesso mese. di Enzo Cucco Tosco Con quella sentenza si otteneva il più grande riconoscimento giuridico dei diritti e dei doveri…

Lavoro sessuale

Coronavirus: Fiducia su Cura Italia spazza via appelli di chi chiedeva un dibattito sulla gestione dell’emergenza per le categorie vulnerabili

“Il nostro appello depositato anche come petizione non è stato neanche protocollato, eppure il diritto di petizione costituzionalmente garantito sarebbe uno dei pochi strumenti partecipativi agibili in questa fase di emergenza sanitaria.” “Al Senato voto di fiducia rocambolesco sul decreto legge Cura Italia. Difficile per noi poter commentare un testo, visto che perfino i senatori…

Newsletter

Iniziative, appuntamenti…
Rimani in contatto!

Facebook Twitter Instagram Whatsapp