462ad80c2a24c1c5e9280ab7506654ea

Parlamento Europeo approva Risoluzione di condanna nei confronti della Russia per le leggi omofobe

Il Parlamento europeo ha votato una risoluzione contro la Russia per la legge che se approvata vieterà di pubblicare testi su omosessualità e transgender. Russia rispetti le convenzioni internazionali che ha sottoscritto.

CONTINUA A LEGGERE
a868dc64f170dbf0996ef66cc77d4331

San Pietroburgo approva legge omofoba. Certi Diritti chiede intervento Ministro Esteri e Consiglio d’Europa

Pene molto pesanti con multe di 500.000 rubli al pari degli atti di pedofilia. La legge rischia di essere approvata in via definitiva il prossimo 16 febbraio.

CONTINUA A LEGGERE
2cc16393ec8cbc5ece3c02a1da1f0778

Russia: a San Pietroburgo oggi voto su divieto pubblicazione libri e articoli che trattano temi Lgbti. Certi Diritti scrive al ministro Terzi

L’Associazione Radicale Certi Diritti scrive al Ministro degli Affari Esteri della Repubblica Italiana, Giulio Maria Terzi di Sant’Agata, per chiedere di agire in tutti i modi possibili contro un proposta di legge che renderebbe illegale scrivere un libro, pubblicare un articolo o parlare in pubblico di omosessualità e che domani potrebbe essere approvata a San Pietroburgo.

CONTINUA A LEGGERE
606c25c475d87517492ef06221495e02

Firma la petizione contro la legge che vuole vietare di parlare di omosessualità in Russia

Entro 48 ore la Russia voterà una legge discriminatoria, voluta dal partito di Medvedev e Putin, contro le persone lesbiche, gay e trans che vuole eliminare la libertà di parlare pubblicamente e manifestare. Firma >

CONTINUA A LEGGERE
mosca_cappato

Gay Pride di Mosca: ancora incidenti e arresti anche contro gay

Nella foto Marco Cappato, deputato europeo Radicale, viene arrestato al Pride di Mosca nel 2007.

Arrestato anche Nikolay Alexeyev, promotore della minifestazione. Gruppi clerico-nazisti responsabili di grave violenze.

Comunicato Stampa dell’ Associazione Radicale Certi Diritti

CONTINUA A LEGGERE
logo.mosca.pride

Gay Pride di Mosca ancora vietato Certi Diritti scrive a Frattini

 Per il sesto anni consecutivo il Pride russo vietato dal sindaco, su richiesta dei gruppi fanatici religiosi, nonostante la sentenza di condanna della Corte Europea dei dirtti dell’Uomo.
Certi Diritti scrive al minsitro Frattini chiedendo di allertare ambasciata italiana per invio osservatori e per vigilare sul rispetto diritti umani.

Roma, 26 maggio 2011

CONTINUA A LEGGERE
Change this in Theme Options
Change this in Theme Options