PENA DI MORTE: APPROVATA ALL’ONU NUOVA RISOLUZIONE

Postato in: Comunicati stampa
Tags:

PENA DI MORTE: APPROVATA ALL’ONU NUOVA RISOLUZIONE. CRESCE IL FRONTE PRO MORATORIA. OGGI ALLA CAMERA VOTO SULLA MOZIONE ZAMPARUTTI CONTRO L’ESPORTAZIONE DI PENTOTAL NEGLI STATI UNITI.

Roma, 22 dicembre 2010

COMUNICATO STAMPA DELL’ASSOCIAZIONE RADICALE NESSUNO TOCCHI CAINO

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha approvato ieri sera una nuova Risoluzione a favore di una moratoria universale della pena di morte. E’ la terza dopo la storica risoluzione approvata nel dicembre del 2007 e quella del 2008.

Hanno votato a favore in 109 Paesi, contro 41 mentre 35 si sono astenuti (altri 7 Paesi erano assenti al momento del voto). Si è registrato un deciso passo avanti rispetto al 2007 quando in Assemblea plenaria i voti a favore furono 104, i contrari 54 e le astensioni 29 (più 5 assenti al momento del voto). Un ulteriore passo avanti è stato compiuto anche rispetto al secondo voto sulla Risoluzione pro moratoria avvenuto nel dicembre 2008, quando si espressero 106 a favore, 46 contro e si astennero 34 Paesi (altri 6 erano assenti al momento del voto).

Il dato politico più significativo del voto al Palazzo di Vetro è il voto favorevole di 6 Paesi che nel 2008 avevano votato contro (Kiribati, Maldive e Mongolia) o si erano astenuti (Bhutan, Guatemala e Togo) e il voto di astensione di 4 Paesi (Comore, Nigeria, Isole Salomone e Tailandia) che nel 2008 avevano votato contro. Sono aumentati anche i cosponsor della Risoluzione, in totale 90, tre dei quali lo hanno fatto per la prima volta: Cambogia, Russia e Madagascar.

L’unica novità nel testo della nuova risoluzione riguarda la richiesta – in parte contenuta nel testo del 2007 – rivolta agli Stati membri di ‘rendere disponibili le informazioni rilevanti circa l’uso della pena di morte al fine di favorire un dibattito nazionale informato e trasparente’.

“Il nuovo voto al Palazzo di Vetro a favore della moratoria registra l’evoluzione positiva in atto da oltre dieci anni nel mondo verso la fine dello Stato-Caino e il superamento del fasullo e arcaico principio dell’occhio per occhio,” ha dichiarato Sergio D’Elia, Segretario di Nessuno tocchi Caino.

 

Intanto è previsto oggi alla Camera dei Deputati il voto sulla mozione presentata dalla Deputata Radicale Elisabetta Zamparutti – sottoscritta da esponenti di tutti i gruppi politici – che impegna il governo a controllare che il Pentotal prodotto in Italia dalla casa farmaceutica Hospira di Liscate non finisca nei penitenziari americani per la pratica dell’iniezione letale.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0

Articoli correlati:

Non ci sono ancora commenti pubblicati.

Lascia un tuo commento

Change this in Theme Options
Change this in Theme Options