MORTE TRANSESSUALE CIE DI MILANO: UNA “SENZA NOME” CHE NON MERITA RISPOSTA

Postato in: Comunicati stampa
Tags:

Dichiarazione di Sergio Rovasio, Segretario dell’Associazione radicale Certi Diritti

26 dicembre 2009

Una persona per ora senza  nome, che aveva la sola colpa di essere una transessuale brasiliana, rinchiusa da tre giorni nel Centro di identificazione ed espulsione di Milano, è morta suicida ieri, 25 dicembre dell’Anno Domini 2009.

La notizia, ovviamente, nella serenità e nella gioia del Natale, è una di quelle che dà tanto fastidio. I parlamentari radicali, sicuramente, presenteranno su questa drammatica vicenda un’interrogazione parlamentare, che probabilmente si aggiungerà alle tante altre presentate e rimaste senza risposta. Come inascoltata, evidentemente, è rimasta ogni sua richiesta d’aiuto.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0

Articoli correlati:

Non ci sono ancora commenti pubblicati.

Lascia un tuo commento

Change this in Theme Options
Change this in Theme Options