INTERROGAZIONE PARLAMENTARE SU VIOLENZA CONTRO TRANSGENDER

Postato in: Comunicati stampa
Tags:

Giornata internazionale vittime transgender: depositata alla Camera e al Senato un’interrogazione parlamentare urgente sugli atti di violenza avvenuti nel 2008 contro le persone transgender e transessuali

Roma, 19 novembre 2008

In occasione della giornata internazionale dedicata alla memoria delle vittime transessuali e transgender che si celebra domani, giovedì 20 novembre, in molti paesi del mondo, i parlamentari radicali hanno oggi depositato al Senato della Repubblica e alla Camera dei deputati la seguente interrogazione parlamentare urgente rivolta al Governo italiano:

 

 

Al Presidente del Consiglio;

al Ministro degli Interni;

al Ministro della Sanità

al Ministro dell’Istruzione

al Ministro per le Pari Opportunità;

 

Per sapere – Premesso che:

 

– il 20 novembre è la giornata internazionale dedicata alla memoria delle vittime transgender della violenza omofobica (Transgender day Of Remembrance);

– secondo un rapporto dell’Arcigay, diffuso dall’Ufficio Diritti umani e lotta alla violenza, nel solo anno 2008, contro le persone trasngender e transessuali, ci sono stati tre omicidi e diversi atti di inaudita violenza in varie parti del paese, in particolare a Roma, che spesso non vengono neanche denunciati;

– le aggressioni sono quasi sempre ispirate da un atteggiamento di pregiudizio e violenza che ha come cornice l’omofobia, molto diffusa nel nostro paese;

– le persone transgender e transessuali vivono una condizione soggettiva difficile che necessiterebbe di maggiore aiuto e assistenza da parte delle strutture pubbliche, in particolare in ambito sanitario e sociale;

 

Per sapere:

– se il Governo è a conoscenza degli atti di violenza, che in alcuni casi hanno causato il decesso delle vittime, avvenuti in Italia nel 2008 contro le persone transgender e transessuali;

 

– se non ritenga necessario incontrare le Associazioni transgender e transessuali insieme a quelle che si occupano della difesa dei loro diritti con l’obiettivo di avviare politiche di educazione, aiuto e assistenza adeguate;

 

– se non ritenga altresì necessario avviare forme di sostegno educativo a tutti i livelli, affinché venga combattuto il pregiudizio omofobico e transfobico nel nostro paese;

 

– se non ritenga infine urgente promuovere iniziative anche legislative di sostegno, principalmente in ambito sanitario e sociale, affinché le persone transgender e transessuali possano vivere con adeguato aiuto la loro esistenza.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0

Articoli correlati:

Non ci sono ancora commenti pubblicati.

Lascia un tuo commento

Change this in Theme Options
Change this in Theme Options