FERMO DELLA BERTOZZO: LETTERA APERTA A PREFETTO E QUESTORE DI BOLOGNA

Postato in: Comunicati stampa
Tags:

Sul fermo di Polizia di Graziella Bertozzo, leader del movimento Facciamo Breccia, avvenuto sabato 28 giugno a Bologna a conclusione del gay pride nazionale, Sergio Rovasio, Segretario dell’Associaizone Radicale Certi Diritti, ha inviato stamane la seguente lettera aperta al Prefetto e al Questore di Bologna:

Roma, 1 luglio 2008 

Signor Prefetto e Signor Questore di Bologna,

le esprimo a nome della nostra Associazione Certi Diritti  la preoccupazione e lo sconcerto per quanto avvenuto a conclusione del Gay Pride di Bologna, il 28 giugno scorso, all’ esponente del movimento  Facciamo Breccia, Graziella Bertozzo, in Piazza VIII Maggio a Bologna, a pochi metri dal palco della manifestazione.

Secondo quanto ricostruito, anche da alcune persone che hanno assistito all’episodio, le modalità del fermo di Gabriella Bertozzo sarebbero state particolarmente cruente e del tutto sproporzionate.

                                                   

Graziella Bertozzo è nota all’interno del  movimento lgbt come persona appassionata ai temi delle liberta civili e promotrice di manifestazioni e iniziative ispirate ai valori della nonviolenza e dei diritti. Ci pare quanto meno singolare che oltre al fermo di circa tre ore presso la Questura Centrale sia addirittura indagata per "Resistenza a pubblico ufficiale e lesioni finalizzate alla resistenza". 

Ci auguriamo che vogliate quanto prima approfondire e valutare quanto avvenuto per comprendere meglio la dinamica dell’accaduto, verificando di persona come si sono realmente svolti i fatti. Peraltro, ci risulta che la sera stessa del 28 giugno, alcuni degli organizzatori del Gay Pride di Bologna, si erano recati negli uffici della Questura Centrale, accorsi per segnalare che Graziella Bertozzo è esponente di una delle organizzazioni del movimento lgbt italiano e non intendeva minimamente disturbare il decorso della manifestazione ma semplicemente raggiungere una sua collega che in quel momento stava prendendo la parola dal palco.

Nel ringraziarvi per l’attenzione, vi porgo i miei più cordiali saluti,

Sergio Rovasio

Segretario Associazione Radicale Certi Diritti

Non ci sono ancora commenti pubblicati.

Lascia un tuo commento

Change this in Theme Options
Change this in Theme Options