ASSOCIAZIONE OMODISABILI PER UN BOLOGNA PRIDE SENZA BARRIERE

Il Bologna Pride punta ad essere Senza Barriere grazie all’impegno di un gruppo di volontar* sensibil* ai temi della disabilità e dell’omosessualità.
Il loro progetto si occupa sia dell’aspetto informativo che di quello dei servizi ed ha l’obiettivo di favorire l’accessibilità a tutt* coloro che vorranno partecipare al Pride, compresa quella ‘minoranza nella minoranza’, spesso invisibile, rappresentata dalle persone gay, lesbiche, e transessuali con disabilità. Il nostro progetto si impegna a garantire in particolare (materiali e info di dettaglio sono disponibili qui: www.bolognapride.it/2008/06/04/un-pride-accessibile-a-tutti/ ):

a) accessibilità da parte alle persone non vedenti e ipovedenti dei materiali stampati ed elettronici prodotti per la comunicazione del Pride;

b) informazioni sul grado di accessibilità architettonica dei luoghi dove si terranno i numerosi eventi del Pride;

c) informazioni sulla mobilità accessibile a Bologna (arrivare e muoversi in città, con mezzi propri o pubblici);
d) informazioni sulle strutture alberghiere idonee ad accogliere persone con disabilità;
e) disponibilità di un gruppo di volontari in grado di offrire accompagnamento e sostegno durante la parata di sabato 28 giugno;
f) interpretariato LIS durante il comizio sul palco alla fine della parata del 28 giugno.

Inoltre, Arcigay nazionale organizza un interessante laboratorio teatrale gratuito. “M’ama o non m’ama?” mira ad esplorare le emozioni, gli immaginari, i vissuti le relazioni e rielaborarle attraverso il linguaggio teatrale e il confronto con gli altri progetto teatrale sulle affettività ‘diverse’.
Appuntamento a Bologna dal 4 al 6 luglio 2008.
Volantino promozionale (con contatti per le pre-iscrizioni): fronte e retro.

Per ulteriori informazioni o per rendersi disponibili come volontar* i nostri contatti sono: omodisabili@libero.it | 348 5167091.

Per eventuali approfondimenti, sono a disposizione:
a) la lista di discussione on-line per scambiare informazioni, suggerimenti, esperienze e materiali sul rapporto tra omosessualità e disabilità;
b) il report di ricerca sociale “ABILI DI CUORE. Omo-disabilità: quale rapporto tra omosessualità e disabilità?”;

È la prima volta che passi di qua?

Siamo un’associazione che si occupa di libertà sessuali, fuori da ghetti e stereotipi. Non pensiamo di essere una minoranza semplicemente perché ci occupiamo delle libertà di tutti: anche delle tue. Se ti è piaciuto quello che hai letto, torna più spesso: abbiamo tante cose di cui ci occupiamo da raccontarti. Tutte queste cose le facciamo solo grazie a chi ci sostiene. Puoi farlo anche subito.

Dona ora

Vuoi dare una mano?

Iscriviti a Certi Diritti per un anno. Sono 50 euro spesi bene. Per la tua libertà e quella di tutte e tutti. Troppi? Puoi anche donare 5 euro al mese.

Iscriviti

Chi te lo fa fare?

Di darci dei soldi per portare avanti quello che facciamo già adesso senza chiederti nulla? Nessuno: però se nessuno dona o si iscrive per sostenere i costi delle nostre attività, queste attività non si faranno. E saremo tutti un po’ meno liberi e con meno diritti.

Dona ora

Newsletter

Iniziative, appuntamenti…
Rimani in contatto!

Facebook Twitter Instagram Whatsapp