Nozze gay. Certi Diritti: il 18 aprile dalle 14.00 davanti a Montecitorio per il 5° anniversario della sentenza 138/2010 della Corte Costituzionale

Postato in: Diritto di Famiglia
Tags:

11139416_10205535334534820_7191988792996625468_n“Il 18 aprile dalle 14:00, in occasione del quinto anniversario della sentenza 138/2010 della Corte Costituzionale, saremo davanti a Montecitorio con il gruppo di coppie dello stesso sesso Affermazione Civile, tutte le associazioni e i singoli favorevoli ad una riforma del Diritto di Famiglia che estenda il matrimonio civile a tutte e a tutti. La sentenza 138/2010 della Consulta, figlia della campagna di ‘Affermazione Civile’ – all’epoca seguita dall’Associazione Radicale Certi Diritti e da Rete Lenford – contiene, tra le altre cose importanti, un invito esplicito al Parlamento italiano a legiferare su questa materia.” Lo annuncia Yuri Guaiana, segretario dell’Associazione Radicale Certi Diritti.

“A distanza di ben 5 anni il Parlamento italiano è stato incapace di dare seguito al chiaro invito della Suprema Corte Italiana reiterato anche nel 2014 con la sentenza 170. Mentre sono ormai 14 gli Stati europei ad aver approvato il matrimonio egualitario (e dal 22 maggio diventeranno probabilmente 15 grazie al voto referendario in Irlanda) e 21 a riconoscere le unioni civili tra le persone dello stesso sesso, in Italia si è avviata solo quest’anno una discussione parlamentare sulle sole unioni civili. A partire dalla mobilitazione delle coppie, che su questa vicenda ci mettono la faccia e la propria vita, chiediamo quindi che il Parlamento si muova a dare seguito all’invito della Corte Costituzionale e, prima che si esprima anche la Corte di Strasburgo dove pure pende un ricorso, legiferi a favore del matrimonio egualitario, ed eventualmente di altre forme di riconoscimento della vita familiare non matrimoniale che siano aperte a tutte e tutti”, argomenta Guaiana, che conclude: “ignorare una sentenza della Corte Costituzionale per 5 anni è indegno di un paese civile oltre che offensivo per milioni di cittadine e cittadini omosessuali. Speriamo di non doverci ritrovare a Montecitorio anche l’anno prossimo”!

Hanno aderito fino ad ora:
​​Associazione Radicale certi diritti
Associazione Renzo e Lucio
Intersexioni
Comitato per i diritti civili delle prostitute
Equality Italia
Coordinamento Nazionale delle Consulte per la Laicità delle Istituzioni
Agedo
Amnesty International
Gay Center
Famiglie Arcobaleno
Attivisti gay Harvey Milk onlus
Spos* in fuga
Avvocatura per i diritti LGBTI – Rete Lenford
EsedomaniTerni
Radicali italiani
Associazione Luca Coscioni
Gaynet
Anddos
Rete genitori rainbow
Lista lesbica italiana
La fenice gay
Balloromo
I mondi diversi
Roma rainbow choir
Arcigay Nazionale
ArciLesbica Nazionale
Circolo Mario Mieli
Ore d’Aria
Comitato Roma Pride
Artci Cultura Lesbica Viterbo
Cgil Nazionale Nuovi Diritti

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0

Articoli correlati:

Change this in Theme Options
Change this in Theme Options