Processo di Revisione Universale 2014

Postato in: Transnazionale
Tags:

UN-UPR-GenevaLa riforma delle Nazioni Unite per i diritti umani ha istituito nel 2008, nell’ambito delle prerogative del nuovo Consiglio per i Diritti Umani delle Nazioni Unite a Ginevra, l’Universal Periodic Review (UPR-Processo di Revisione Universale) una nuova procedura di monitoraggio dei diritti umani che ha per obiettivo la valutazione periodica (ogni 4 anni) dei progressi compiuti da ciascuno dei 192 Paesi delle Nazioni Unite, indipendentemente dalla ratifica dei trattati internazionali e anche in base agli impegni assunti a livello politico (voluntary pledges).

Il 9 febbraio 2010 ha avuto luogo a Ginevra a Palais des Nations, sede del Consiglio per i Diritti Umani delle Nazioni Unite, il primo esame dell’Italia nell’ambito della UPR (www.upr-info.org).

Una coalizione di associazioni composta da ILGA-Europe, Centro Risorse LGBTI, Associazione Radicale Certi Diritti, Famiglie Arcobaleno e Intersexioni hanno prodotto due documenti sulla situazione dei diritti umani delle persone LGBTI in Italia in previsione del prossimo esame in ambito UPR a cui l’Italia sarà sottoposta nel corso del 2014. Il documento più sintetico è stato presentato al Consiglio ONU per i diritti umani, quello più esteso è alla base delle osservazioni che stiamo presentando al Governo italiano durante le audizioni con le ONG italiane. La prima si è svolta il 17 aprile 2014, le prossime si svolgeranno a giungo (prima della presentazione del documento  governativo all’ONU), a settembre (prima dell’avvio del procedimento ad ottobre) e a dicembre.

Yuri Guaiana, segretario dell’Associazione Radicale Certi Diritti e coordinatore del gruppo di lavoro, afferma: «La Revisione Universale è un momento fondamentale per porre le basi dell’azione governativa sui diritti umani nei prossimi 4 anni. È la prima volta che una coalizione di associazioni presenta alle Nazioni Unite una submission integralmente dedicata ai diritti umani delle persone LGBTI, che finalmente sono entrati a pieno titolo nel procedimento. Ringrazio il Comitato Interministeriale per i Diritti Umani per l’attenzione dimostrata nei confronti delle Organizzazioni non Governative coinvolte con audizioni periodiche nel corso di tutto il Processo di Revisione Universale».

Osservazioni presentate durante l’incontro con il Comitato Interministeriale per i Diritti Umani del 17 aprile 2014.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0

Articoli correlati:

Change this in Theme Options
Change this in Theme Options