RIUNIONE DEL 12 APRILE 2010

Postato in: Senza categoria
Tags:

Come coloro che c’erano sapranno, ieri sera si è svolta a Roma, nella storica sede del Partito Radicale, una riunione di Certi Diritti Roma. All’ordine del giorno c’erano diversi punti, fra cui:

 

* VIª GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO L’OMOFOBIA: INIZIATIVE COLLEGATE
* XVIIº ROME GAY PRIDE: INIZIATIVE COLLEGATE
* NOMINA DEL NUOVO COORDINATORE E DEL TESORIERE
* VARIE ED EVENTUALI

 

La discussione è partita con un resoconto, fatto da Jean Baptiste Poquelin, di quanto avvenuto il giorno prima a Milano durante il direttivo/assemblea dell’associazione. Molto spazio è stato dato agli scenari che si apriranno dopo la sentenza della Consulta (attesa al massimo per domani) e sulle iniziative che Certi Diritti dovrà intraprendere nella fantasmagorica ipotesi che essa sia a totale favore delle nostre tesi. Da Roma, pur nello scetticismo di maggioranza rispetto ad una possibilità del genere, viene però rilanciato il lavoro politico che anche in quel caso andrebbe comunque affrontato, ovvero di pungolo e sprone nei confronti di una classe dirigente che sicuramente mal digerirà questa eventuale decisione. Ribadiamo dunque la necessità di impegnarci anche per una legge sulle unioni di fatto, etero od omosessuali che siano, per andare a dare completezza di diritti a tutti coloro che, per un motivo o per un altro, non vogliono sposarsi ma ritengono giusto avere una qualche forma di tutela legale per le loro unioni. Tale battaglia sarebbe oltretutto molto più inclusiva di quanto non lo sia stata quella per i matrimoni fra persone dello stesso sesso. Nel caso (molto più plausibile), che la Corte Costituzionale non accolga le nostre tesi, è stato deciso che proprio da noi di Certi Diritti debba partire una qualche manifestazione immediata di protesta; a questo scopo si sta progettando un evento altamente simbolico, rappresentativo ed eclatante, con lo scopo di dare il massimo di visibilità alle nostre rimostranze e nel contempo il massimo della visibilità e dell’informazione. Su proposta di Francesca Agresti è stata anche pensata una campagna informativa da proporre alla cittadinanza tutta, con delle cartoline illustrate che spieghino le dieci FAQ più comuni che ognuno di noi si sente rivolgere quotidianamente su questi argomenti; potrebbe essere un’ottima idea da realizzare in collaborazione con altre associazioni. Sarete ragguagliati prossimamente, nel frattempo attendiamo gli sviluppi dalla Consulta.

 

In merito alla VIª Giornata Internazionale contro l’Omofobia abbiamo deciso di aderire, qualora fosse confermato, al progetto di picnic lanciato a Napoli dalle Famiglie Arcobaleno, laddove nella domenica precedente la data del 17 maggio si vedranno decine e decine di gay con le proprie famiglie, accompagnate dai loro amici, occupare simbolicamente un parco di Roma per un happening all’aria aperta che ci veda finalmente uniti nel festeggiare una data così altamente simbolica per la nostra comunità.

 

Per quanto concerne il Gay Pride di Roma, abbiamo deciso che alla riunione di sabato prossimo al circolo Mario Mieli il nostro gruppo porterà una proposta per arricchire di contenuti politici e culturali l’evento Pride, che non deve assolutamente ridursi soltanto alla sfilata cittadina del 12 giugno, ma ad un intero mese di eventi rivolti alla popolazione gay e alla cittadinanza tutta. Per questo stiamo mettendo a punto quattro giornate di conferenze, da effettuare a giugno, sulla storia del movimento gay dall’inizio del secolo fino ad oggi, con testimonianze dirette dei protagonisti dell’epoca e dei nostri storici. A tal proposito è stato creato un gruppo di lavoro di cui, oltre al sottoscritto, fanno parte Luca Biagioni, Matteo Proromo e Filippo Riniolo, il quale prossimamente si riunirà per mettere a punto il progetto. Rimane da stabilire in che modo si voglia partecipare alla sfilata di Roma e anche alla successiva sfilata di Napoli del 26 giugno: spazio alla vostra creatività.

 

Nel ribadire la necessità di incrementare le iscrizioni all’associazione (ricordo chi ancora non l’avesse fatto che la tessera ha un costo di 25 Euro per studenti e non lavoratori e un minimo di 50 Euro per tutti gli altri), che sono poi l’unica fonte di sostentamento su cui possiamo contare per le nostre iniziative, ho fatto presente a Matteo Di Grande e Giovanni Bastianelli (coordinamento Giovani per i Diritti) la possibilità di organizzare una serata “disco” all’Eagle di Roma, in virtù di consolidati rapporti di amicizia.

 

Vista la scadenza annuale del mio mandato come coordinatore del gruppo romano di Certi Diritti, ho ringraziato tutti i presenti per il lavoro svolto durante questi dodici intensi mesi, invitando altri a proporre la propria candidatura alla carica di cui sopra. In mancanza di candidati, per acclamazione è stato fatto nuovamente il mio nome che, una volta messo ai voti, ha ottenuto l’unanimità dei consensi. Ringraziando commosso per questo nuovo atto di fiducia, ho però chiesto nel contempo una maggiore partecipazione e collaborazione da parte di tutti, invito che rinnovo in questo messaggio. È stato votata anche la figura di un tesoriere, per gestire le nostre – esigue – risorse economiche, nella persona di Luca Biagioni, di nuovo con maggioranza bulgara.

 

Per concludere vorrei fin da ora fissare la data della prossima riunione per lunedì 10 maggio, sempre alle ore 21, in luogo da destinarsi. Essendo a ridosso del giorno del mio compleanno potremmo pensare di farla coincidere con un incontro in una location un po’ più informale. Intanto fate un save the date per quel giorno, e restate in contatto.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0

Articoli correlati:

Change this in Theme Options
Change this in Theme Options