Milano: il Gender Manager non basta, Comune guardi tutte le diversità.

Postato in: Senza categoria
Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

logo-milano-900x600“La proposta della Consigliera Diana De Marchi di nominare una Gender Manager per Milano è apprezzabile, ma forse timida: noi Radicali siamo convinti che non si debba restringere l’attenzione alle sole donne, ma allargare l’orizzonte a politiche capaci di valorizzare tutte le diversità, siano esse di genere, di origine etnica, di religione o convinzioni personali, di abilità fisiche, di età, di orientamento sessuale o identità di genere. Per questo motivo rilanciamo con la proposta di un Diversity Manager per Milano per promuovere il rispetto e l’integrazione a 360 gradi.”

Lo dicono Barbara Bonvicini, segretario dell’Associazione Enzo Tortora – Radicali Milano e Claudio Uberti, membro del direttivo dell’Associazione Radicale Certi Diritti.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0

Articoli correlati:

Change this in Theme Options
Change this in Theme Options