Regolamento generale sulla protezione dei dati

Gdpr-europa-sicurezza-696x464

Sulla base di quanto previsto dall’art. 13 del  Regolamento Generale sulla protezione dei dati (qui di seguito, GDPR*),  l’Associazione Radicale Certi Diritti, in qualità di titolare del trattamento, La informa che i dati personali da Lei forniti ai fini della adesione alla Associazione, ivi compresi i dati particolari** ovvero quelli forniti in qualità di simpatizzante o donatore, ovvero ai fini della mera richiesta di informazioni relative alle iniziative portate avanti dall’Associazione Radicale Certi Diritti,  saranno trattati per esclusive finalità di gestione del rapporto associativo o del diverso rapporto intrattenuto con l’Associazione Radicale Certi Diritti così come appena descritto, nel rispetto dei Suoi diritti e delle libertà fondamentali, e limitatamente a quanto necessario per il perseguimento del legittimo interesse perseguito dall’Associazione Radicale Certi Diritti***.

I Suoi dati saranno trattati da coloro che operano sotto l’autorità dell’Associazione Radicale Certi Diritti, nonché dai soggetti esterni che, ove ritenuto necessario o opportuno, sono nominati responsabili del trattamento.

Il trattamento avverrà sia con strumenti cartacei, che con l’ausilio di apparecchiature elettroniche, nel pieno rispetto dei principi dettati dal GDPR, anche relativamente alla adozione delle misure adeguate a garantire la sicurezza, la protezione e la riservatezza dei Suoi dati personali.

Il conferimento dei dati personali non è obbligatorio, ma in suo difetto non sarà possibile dare seguito alla gestione del rapporto associativo ovvero ai Suoi interessi in qualità di simpatizzante o donatore o richiedente informazioni.

I dati personali potranno essere comunicati a soggetti terzi presso i quali sono esternalizzati alcuni servizi di natura fiscale, contabile, amministrativa.

I Suoi dati potranno esser utilizzati, previo Suo consenso, anche per l’invio tramite sms, altri sistemi di messaggistica (es: whastapp), e-mail, di materiale informativo relativo alle attività ed alle campagne portate avanti dall’Associazione Radicale Certi Diritti per il perseguimento dei propri fini statutari.

Il consenso potrà esser revocato in ogni momento.

I dati da Lei forniti saranno conservati dopo la cessazione del rapporto associativo, per il solo periodo necessario all’adempimento degli obblighi di legge che l’Associazione Radicale Certi Diritti è tenuta a rispettare, ovvero per il periodo comunque necessario all’esercizio dei diritti di difesa in caso di contenzioso.

I dati forniti dai simpatizzanti o donatori o richiedenti informazioni, saranno conservati, previo Suo consenso, per il sopra citato invio di materiale informativo.

Ai sensi del GDPR, Le è attribuito l’esercizio di specifici diritti, tra cui, alle condizioni indicate nel GDPR, quello di accedere ai Suoi dati (art. 15), di rettificarli (art. 16), di cancellarli (art. 17), di limitarli (art. 18), nonché il diritto di opporsi al relativo trattamento (art. 21****). Tutti i suoi diritti potranno esser esercitati anche mediante la proposizione di un reclamo al Garante per la protezione dei dati personali

Titolare del  trattamento è l’Associazione Radicale Certi Diritti, con sede in Roma, via di Torre Argentina 76, tel: 06-68979250, E-mail : info@certidiritti.it

 

___

[*] Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27.04.16 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento di dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la Direttiva 85/46/CE (General Data Protection Regulation)

[**] Rientrano nella nozione di dati particolari, tra gli altri, e per quanto qui interessa, quelli che rivelano la origine razziale o etnica, l’appartenenza sindacale, i dati biometrici intesi ad identificare in modo univoco una persona fisica, ed i dati relativi alla salute

[***] La cd. base giuridica del trattamento, deve quindi esser individuata nell’art. 6 par. 1 lett. f) (bilanciamento di interessi) e, quanto ai dati particolari, nell’art. 9 par. 2 lett. d) del GDPR

[****] Essendo il trattamento dei suoi dati basato sul legittimo interesse di cui all’art. 6 par. 1 lett. f), non sussistono i presupposti per l’esercizio del diritto alla portabilità di cui all’art. 20 del GDPR

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0
Change this in Theme Options
Change this in Theme Options